Grazie….

Pubblichiamo la lettera inviata dalla Fisac Intesa Sanpaolo dell’Area Liguria al Direttore Operativo (COO sta per Chief Operating Office).
È una lettera che purtroppo gran parte dei territori di quasi tutte le banche potrebbero sottoscrivere.

Il COO della Banca, di cui fino a ieri conoscevamo ben poco, ci ha scritto in data 04/05/2020 nelle nostre caselle mail un bel messaggio motivazionale per intraprendere la fase due.
Essendo noi molto preoccupati che la fase 2 prosegua sulla falsariga della fase 1 abbiamo quindi deciso di scrivere una lettera di risposta alla mail in oggetto per evidenziare tutte le criticità che si sono manifestate in questi mesi e quelle che sembrano proiettarsi sul nostro orizzonte.


La risposta è dura come sono stati dure le settimane passate a reggere sulle nostre spalle tutte le difficoltà di questo momento.

“Cara Paola,
abbiamo letto con grande attenzione la lettera che hai inviato questa mattina a tutti i colleghi. Apprezziamo tantissimo che il COO di Banca trovi, nelle sue ardue giornate di lavoro, dedicate alla crescita delle persone ed alla sostenibilità sociale dell’impresa, il tempo di scrivere ai colleghi in prima linea nel corso di questa emergenza.
Dite di esservi dimostrati generosi sia per quanto riguarda i tempi sia per quanto riguarda il denaro, ma il concetto di generosità che consiste nel dare di più di quel che si potrebbe non può essere auto attribuito.
Noi riteniamo invece che in questa situazione i veri generosi siano stati i colleghi che sono venuti in filiale a lavorare senza tirarsi mai indietro, mettendo a grave rischio la propria salute e quella delle loro famiglie.
Comunque visto che ci hai gentilmente concesso l’occasione di rispondere al tuo messaggio qualche grazie lo vogliamo dire anche noi:
  • Grazie per averci costretto a comprare i DPI con i nostri soldi e poi averci inviato una quantità ridicola di protezioni a metà Aprile.
  • Grazie per aver promesso di regalarci sei giorni di ferie per il nostro impegno, salvo poi obbligarci a farli in un periodo in cui è impossibile usarle per il nostro benessere psicofisico.
  • Grazie per aver cambiato continuamente la procedura per la sospensione/erogazione dei finanziamenti ai privati ed alle aziende.
  • Grazie per non aver fatto presidiare le agenzie con guardianie fisse.
  • Grazie per averci lasciati soli mentre la gente ci urlava BANCA DI MERDA e prendeva a pugni le porte.
  • Grazie per averci continuato a chiedere di vendere le polizze salute durante una pandemia.
  • Grazie per le condizioni di igiene necessarie che non avete garantito nei locali di lavoro.
  • Grazie per la mancata manutenzione straordinaria dei filtri d’aria dei nostri ambienti.
  • E ancora grazie per aver ripristinato i budget uguali al mese di febbraio come se la fase 2 fosse un liberi tutti.
Potete comunque restare tranquilli.
Come sempre, le filiali continueremo a mandarle avanti noi, nonostante tutto.”
Vi faremo sapere se la collega ci risponderà oppure preferirà occuparsi di come distribuire i ricchi dividendi agli azionisti o bearsi della solita straordinaria trimestrale fatta grazie al nostro impegno.
Fisac ISP Area Liguria